share

Casey Stoner

 
 

La grande avventura di Ducati nella MotoGP, iniziata nel 2003 e "cresciuta" attraverso i primi successi di Loris Capirossi, ha raggiunto la vetta del titolo mondiale nel 2007 con un pilota destinato a entrare nel cuore dei ducatisti: Casey Stoner.

Sin dalle prime prove, il binomio Stoner e Desmosedici, che nel 2007 utilizza il nuovo propulsore di 800 cc, si dimostra vincente, e proprio al suo debutto ufficiale al Gran Premio del Qatar il pilota australiano vince la sua prima gara con Ducati, stupendo tutti per la sua impressionante velocità e capacità nell' adattarsi alla nuova moto. Stoner inanella una serie di dieci vittorie e quattro podi, portando a termine tutte le diciotto gare della stagione, conquistando il titolo piloti e permettendo a Ducati di aggiudicarsi il titolo costruttori, 34 anni dopo l'ultimo titolo vinto da una casa motociclistica italiana.

Nel 2008 Stoner si presenta ancora fortissimo nella sua conquista del secondo posto, mentre nel 2009 - l' anno in cui vince quattro gare regalando a Ducati la prima vittoria "in casa", al Mugello - alcuni problemi di salute portano il pilota a non partecipare a tre gare del campionato, compromettendo la stagione.
Il 2010, ultimo anno di Stoner in Ducati, si conclude con tre vittorie e il quarto posto nel mondiale MotoGP.

Alla fine del 2015, Casey torna a vestire i colori Ducati come tester ufficale, accolto dall'entusiastico calore dei dipendenti e dei tantissimi ducatisti.