share

Anni '90

La nuova era Ducati
Dal 1990, l'impegno di Ducati nel Campionato SBK divenne tale che fu possibile coronare, dopo solo due anni, il sogno del primo titolo con la Ducati 851, prima moto Bicilindrica equipaggiata dal motore 4 valvole Desmoquattro. Il pilota francese Raymond Roche, infatti, conquistò il primo titolo piloti per la Casa bolognese proprio nel 1990. Da lì in poi, iniziò la vorticosa scalata della Ducati al campionato per moto derivate dalla produzione di serie. In questi anni, infatti, con le 851, 888, 916 e 996, Ducati immagazzina un numero impressionante di titoli, con piloti destinati a diventare leggende nella storia della SBK, primo tra tutti Carl Fogarty, ma anche Doug Polen, Troy Corser e Giancarlo Falappa.

Relativamente alla produzione di moto stradali, Ducati scrive una delle pagine più belle ed intense della propria storia. Sulla base delle esperienze maturate nelle competizioni, la 851 e 888 diventano le prime Superbike stradali a disposizione del grande pubblico di appassionati. Nel 1993 nasce il Monster, a tutt'oggi considerato il più grande successo commerciale della Casa di Borgo Panigale, seguito a ruota, nel 1994, dalla 916, la moto che ha riscritto la storia delle moto stradali degli anni ‘90, e ancora oggi considerata una delle più belle motociclette mai ideate. La Supermono, infine, moto tanto esotica quanto avvincente, è la prima creatura di Claudio Domenicali, elemento di spicco della nuova generazione dei progettisti di Ducati.

Tuttavia, i successi conseguiti in SBK e i grandi consensi per le moto stradali marcate Ducati non poterono evitare una nuova crisi, dovuta ad una gestione aziendale non sempre accorta del gruppo Cagiva, che fu obbligato a cedere, nel settembre 1996, la proprietà della Ducati al fondo d'investimento americano Texas Pacific Group. La nuova gestione avviò un profondo cambiamento gestionale, commerciale e di marketing, che potenziò Ducati al punto da trasformarla in uno dei brand più forti nel panorama motociclistico.

Al tempo stesso, il lancio della famiglia ST permette alla Ducati di entrare nel segmento Sport Touring del mercato.

Il nuovo management, assieme al vecchio gruppo di ingegneri responsabili per lo sviluppo dei prodotti, realizza il turn-around dell'azienda ottenendo profitti e vendite record trimestre dopo trimestre. Il grande successo di questi anni si chiama Monster Dark, la moto in assoluto più venduta in Italia tra il 1998 e il 1999.
La Ducati inizia a trasformarsi da un'azienda puramente metalmeccanica in un'azienda di intrattenimento. Ora offre un'esperienza motociclistica completa, incentrata sull'eccellenza tecnologica delle sue moto, ma che si estende anche alle corse, alla tradizione, agli accessori e all'abbigliamento. Il primo World Ducati Weekend sottolinea la rinnovata consapevolezza della "community" Ducati, riunendo a Misano 10.000 Ducatisti provenienti da tutto il mondo.

L'era del turn-around raggiunge il suo apice il 24 marzo del 1999 con l'entrata del titolo Ducati Motor Holding nelle Borse di New York e di Milano.

Iscriviti alla newsletter
In pole position per le novità Ducati!

Inserendo il tuo indirizzo email sarai sempre aggiornato sulle novità e le promozioni Ducati. Puoi in qualsiasi momento completare la tua registrazione e creare il tuo profilo su Ducati.com per ricevere comunicazioni personalizzate e accedere a tutte le funzionalità.
Dichiaro di aver preso visione dell'informativa redatta ai sensi dell'art. 13 D.Lgs. 196/2003 e dell'allegato testo dell'art. 7 del Codice privacy

acconsento al trattamento del mio indirizzo email per le finalità ivi indicate

Inserisci il tuo indirizzo mail