share

Siluro

La Ducati 100 “Siluro“ venne realizzata con il preciso compito di conquistare record di velocità sul circuito ovale di Monza.

Nel novembre del 1956 con la Ducati Siluro la Casa di Borgo Panigale conquistò 46 record di velocità a Monza.

Santo Ciceri sorridente all’interno del Siluro insieme a Fabio Taglioni e Mario Carini, dopo aver conquistato 46 “Record di Velocità” a Monza nel novembre del 1956.

 
 

Nel 1956 la Ducati tentò di battere una serie di record mondiali in numerose categorie. In quel periodo, il pubblico era totalmente affascinato dai primati di velocità.

In questo contesto l'azienda bolognese creò un veicolo concepito per battere record, usando la Gran Sport 100 come base. In effetti, le modifiche tecniche erano limitate alla meccanica e alla ciclistica. In compenso, modifiche sostanziali vennero apportate alla carrozzeria, concepita dalla Ducati assieme a un ingegnere aeronautico e alla carrozzeria Tibaldi, specializzata nella lavorazione dell'alluminio.
Il risultato: un'affascinante carena "a sogliola" che migliorava considerevolmente l'aerodinamicità del veicolo.

Il collaudo venne affidato a due piloti privati, che tentarono di stabilire i nuovi primati venerdì 30 novembre.
A causa della pioggia prevista, un telo elastico impermeabile venne utilizzato per coprire lo spazio tra il pilota e la carenatura.

La giornata terminò in trionfo: quarantaquattro record mondiali vennero infranti. Il Siluro ottenne cinque nuovi primati nella classe 250, pur avendo un motore di soli 100 cc. La moto completò il giro più veloce a una media di oltre 170 km/h, con una media sui 1000 chilometri di oltre 160 km/h!

 

Palmares

30/11/1956  44 Record di velocità - Monza
Ciceri/Carini

Specifiche tecniche

  • MOTORE

  • TRASMISSIONE

  • VEICOLO