share

Anni 2010

Nel 2011, dopo una splendida stagione, Carlos Checa è campione mondiale in Superbike.

Lo Scrambler, con la sua Land of Joy, torna sulla scena completamente rinnovato.

Claudio Domenicali, manager già noto nel mondo racing, diventa Amministratore Delegato di Ducati.

Con il Diavel e la sua evoluzione XDiavel, Ducati si fa strada in un segmento nuovo: quello delle cruiser.

La Multistrada 1200 evolve il concetto di versatilità espresso dalle “quattro moto in una”.

Con la 1199 Panigale, apprezzatissima e premiata per il suo design, nasce una nuova famiglia di Superbike.

Il World Ducati Week riconferma edizione per edizione la grande passione che vive nel cuore dei ducatisti.

 
 
Tra passione e innovazione
Il nuovo decennio inaugura per Ducati molte importanti novità, sia in termini di innovazione di prodotto sia dal punto di vista della crescita commerciale e industriale.

Nuove sfide vengono raccolte nella produzione di modelli nuovi e tecnologicamente avanzati: tra questi emergono la Multistrada 1200, che esordisce nel 2010 nella sua prima versione e si rinnova negli anni a venire per evolvere il concetto di versatilità espresso dalle "quattro moto in una"; il Diavel, che segna l'ingresso di Ducati in un segmento completamente nuovo e l'entrata dell'azienda nel mondo cruiser con la sua evoluzione XDiavel; la nuova famiglia di Superbike che viene inaugurata dalla apprezzatissima e premiata 1199 Panigale.
A queste novità si unisce lo Scrambler, che torna sulla scena completamente rinnovato e arricchito da un desiderio di libertà e di espressione del sé che trova nella Land of Joy il suo contesto più naturale.

Quelli del 2010 sono anche gli anni del passaggio di proprietà da Investindustrial ad Audi, della nomina ad Amministratore Delegato di Claudio Domenicali - manager già noto nel mondo racing e legato anche allo sviluppo di alcuni prodotti dell'azienda - e della partenza di attività commerciali e produttive all'interno di mercati esteri quali il Brasile e la Thailandia.

Sempre più di respiro internazionale è anche la community Ducati, animata anche dalla rete dei Desmo Owners Club (che attualmente conta 250 club nei cinque continenti) e pronta a incontrarsi ogni due anni al World Ducati Week, che nato nel 1998 riconferma edizione per edizione la grande passione che vive nel cuore di tutti i ducatisti.