Andrea Dovizioso

 
share
 
 

Biografia

Il 2016 sarà la quarta stagione consecutiva per Andrea Dovizioso in MotoGP con il Ducati Team. In queste stagioni, il 29enne pilota romagnolo ha contribuito non poco allo sviluppo della Desmosedici.
Anno dopo Anno
2016:
5° nel Campionato del Mondo MotoGP (Ducati Team Ducati Desmosedici GP)
2015:
7° nel Campionato del Mondo MotoGP (Ducati Team Ducati Desmosedici GP15)
2014:
5° nel Campionato del Mondo MotoGP (Ducati Team Ducati Desmosedici GP14)
2013:
8° nel Campionato del Mondo MotoGP (Ducati Team)
2012:
4° nel Campionato del Mondo MotoGP (Yamaha)
2011:
3° nel Campionato del Mondo MotoGP (Honda)
2010:
5° nel Campionato del Mondo MotoGP (Honda)
2009:
6° nel Campionato del Mondo MotoGP (Honda)
2008:
5° nel Campionato del Mondo MotoGP (Honda)
2007:
2° nel Campionato del Mondo 250cc (Honda)
2006:
2° nel Campionato del Mondo 250cc (Honda)
2005:
3° nel Campionato del Mondo 250cc (Honda)
2004:
Campione del Mondo 125cc (Honda)
2003:
5° nel Campionato del Mondo 125cc (Honda)
2002:
16° nel Campionato del Mondo 125cc (Honda)
2001:
Campione Europeo 125cc (Aprilia)
4° nel Campionato Italiano 125cc (Aprilia)
2000:
Campione Italiano Aprilia Challenge 125cc
2° nel Campionato Italiano Minimoto
1999:
2° nel Campionato Italiano Minimoto
1998:
Campione Italiano Minimoto
1997:
Campione Italiano Minimoto
1996:
2° nel Campionato Italiano Minimoto
3° Campionato Italiano Mini Motocross
1995:
3° Campionato Italiano Minimoto
1994:
5° Campionato Italiano Minimoto
Andrea nasce a Forlimpopoli il 23 marzo 1986, e la sua passione per le moto inizia da bambino, quando vede suo padre prendere parte alle gare di motocross nei fine settimana. All’età di soli 4 anni il padre lo sorprende regalandogli una minimoto, e a sette anni Andrea già affronta asfalto e sterrato. Nel 1997 e nel 1998 Dovizioso vince i titoli nazionali minimoto.

La stagione 2000 vede Andrea passare alla 125cc nel Challenge Aprilia e subito vince il titolo. L’anno seguente, Dovizioso aggiunge il campionato Europeo 125cc al suo palmarès, grazie anche a un paio di vittorie in Ungheria. Nello stesso anno Andrea si classifica al quarto posto nel campionato Italiano e partecipa inoltre al suo primo Gran Premio, al Mugello. Nel 2002 Andrea passa ai Gran Premi con il Team Scot Honda terminando la stagione al sedicesimo posto. Il forlivese continua con lo stesso team anche nel 2003 e si qualifica in prima fila nel GP del Sud Africa, ottenendo il suo primo podio con un ottimo secondo posto. La sua prima pole arriva in Francia, dove termina la gara al terzo posto. Altri due podi in Gran Bretagna e in Giappone portano Dovi a concludere la stagione al quinto posto.
L’anno 2004 prende il via con la sua prima vittoria in Sud Africa, seguita da altre vittorie in Francia, Gran Bretagna, Giappone e Australia, oltre a sei podi e otto pole position, risultati che gli garantiscono la conquista del titolo di Campione del Mondo.

Andrea passa alla classe 250 nel 2005, con lo stesso team privato Honda e ottiene cinque podi e il terzo posto finale. La stagione 2006 lo vede aggiudicarsi la sua prima vittoria in 250 (al GP di Catalunya), un risultato che bissa in Portogallo. L’italiano ottiene undici podi nel corso dell’anno e guadagna le sue prime due pole nella categoria, terminando la stagione con il secondo posto in classifica finale. Ripete il risultato nel 2007, grazie anche a due vittorie in Turchia e Gran Bretagna, in aggiunta a otto podi e due pole position. Nel 2008 Andrea passa alla MotoGP con il Team Scot Honda, ottenendo un quarto posto nella gara inaugurale della stagione, in Qatar. Conclude la sua stagione da esordiente al quinto posto nella classifica finale, finendo nove volte nei primi 5 e ottenendo il suo primo podio a Sepang. In HRC rimangono colpiti dai risultati di Andrea e lo promuovono nel team ufficiale per il 2009.

Il pilota italiano ottiene la sua prima vittoria in MotoGP nel GP d’Inghilterra, in condizioni di bagnato e alla fine dell’anno è sesto nella classifica generale. La stagione 2010 lo vede migliorare ancora, con un quinto posto finale, finendo sette volte sul podio e ottenendo la sua prima pole position nel GP del Giappone. La stagione successiva è la terza di Andrea nel team ufficiale Honda, e anche se ha come compagni di squadra Pedrosa e Stoner, finisce spesso nei primi cinque e sette volte sale sul podio. Alla fine dell’anno si classifica terzo, il suo miglior risultato nella classe regina. Dopo un decennio passato su Moto Honda, Dovi cambia casacca nel 2012, spostandosi nella squadra Tech3 Yamaha, quando la classe MotoGP passa da 800cc di cilindrata a 1.000cc. In coppia con Crutchlow, continua a brillare pur non avendo a disposizione una moto ufficiale. Ottiene tre terzi posti, piazzandosi tra i primi cinque in quattordici occasioni.
Il quarto posto nella classifica finale non è una sorpresa, ed è il miglior piazzamento per un pilota non-ufficiale nel 2012. Dovizioso ritorna in un team ufficiale nel 2013, con l’obiettivo di portare la Desmosedici a un buon livello di competitività entro la fine della stagione, ma la stagione si rivelerà molto difficile e i suoi migliori risultati saranno un quarto posto in Francia, e due partenze in prima fila a Le Mans e al Mugello.

Le cose hanno cominciato a girare per il verso giusto nel 2014. L'arrivo di Luigi Dall'Igna come Direttore Tecnico Ducati Corse ha dato nuova linfa a tutta la squadra e Dovizioso, questa volta affiancato dal suo vecchio partner Crutchlow, ha potuto dare il meglio di sé. Sfornando alcune delle sue prestazioni migliori, ha ottenuto due podi nell'arco della stagione (ad Austin e Assen) e ha piazzato la GP14 in pole position in Giappone, risultati che hanno contribuito ad un ottimo quinto posto finale.

Nel 2015 Andrea Dovizioso inizia la stagione con 3 secondi posti consecutivi sfiorando il successo nella gara di apertura in Qatar dove parte in pole position. Successivamente sale sul podio anche a Le Mans e a Silverstone. La stagione si chiude con il settimo posto nella classifica piloti.
Ducati Team

Next Race Countdown

69d : 2h

Andrea in pillole


Età: 30 (nato il 23 marzo 1986 a Forlimpopoli, Italia)
Residenza: Forlì, Italia
Stato Civile: celibe
Altezza: 167 cm
Peso: 67 kg

Moto: Ducati Desmosedici GP
Numero di gara: 04
GP disputati: 142 (MotoGP) + 49 (250cc) + 49 (125cc)
Primo GP: Qatar 2008 (MotoGP), Spagna 2005 (250cc), Italia 2001 (125cc)
Vittorie: 2 (MotoGP) + 4 (250cc) + 5 (125cc)
Prima vittoria GP: Inghilterra 2009 (MotoGP), Catalunya 2006 (250cc), Sud Africa 2004 (125cc)
Pole Position: 5 (MotoGP) + 4 (250cc) + 9 (125cc)
Prima Pole: Giappone 2010 (MotoGP), Francia 2006 (250cc), Francia 2003 (125cc)
Titoli Mondiali: 1 (125cc, 2004)
Giri più veloci: 2 (MotoGP) + 8 (250cc) + 3 (125cc)
Punti: 1475 (MotoGP) + 721 (250cc) + 492 (125cc)

Iscriviti alla newsletter
In pole position per le novità Ducati!

Inserendo il tuo indirizzo email sarai sempre aggiornato sulle novità e le promozioni Ducati. Puoi in qualsiasi momento completare la tua registrazione e creare il tuo profilo su Ducati.com per ricevere comunicazioni personalizzate e accedere a tutte le funzionalità.
Dichiaro di aver preso visione dell'informativa redatta ai sensi dell'art. 13 D.Lgs. 196/2003 e dell'allegato testo dell'art. 7 del Codice privacy

acconsento al trattamento del mio indirizzo email per le finalità ivi indicate

Inserisci il tuo indirizzo mail